.
........... Eranos Program 2022, Programma Eranos 2022

........... The 2022 program is possible thank to the generosity of the following agencies:
...........Comune di Ascona, Cantone Ticino, Valeur Investments; BancaStato

............... ... ..................PDF PROGRAM 2022
...........

.
.
........Eranos-Jung Lectures (EJL) 2022:
.
........ Meditations on Freedom.../ Meditazioni sulla Libertà...
.
........ - 01.04.22, EJL01, G. Marramao (UNI Roma 3) Processo al passato: l'ossessione giudiziaria...
........ - 20.05.22, EJL02, E. Trevi (Molly Bloom WA Roma) La cultura del biasimo..."
........ - 16.06.22, EJL03, C. Sciuto (MicroMega Frankfurt) Contro il dogmatismo: per un'analisi critica della CC
........ - 15.10.22, EJL04, P F d'Arcais (MicroMega, Frankfurt) senza passato non c'è futuro.....
........ - 21.10.22, EJL05, GP Quaglino (IPAP, Ivrea) Minima immoralia. Meditazioni della cultura offesa
-
....... - 18.11.22, EJL06, PL Battista (HP & Molly Bloom, Roma) L'ondata oscurantista della cancel culture
-
....... - 10.12.21, EJL05, F. Merlini (Eranos & IUFFP) l tribunale del presente e il tempo smemorato...
.......

  • L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
    Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione". È una cultura che, nelle sue espressioni più intransigenti, sembra avere un problema con il passato culturale da cui proviene: lo vede come insieme preoccupante di insufficienze, di discriminazioni o di ingiustizie secondo il metro dei propri standard morali. Un tribunale della memoria deciso a emendare la storia, liberandola dai suoi peccati. In questo, la cancel culture, è una espressione coerente di quel presente soddisfatto e autoreferenziale, per cui la storia passata è sempre e solo un'immagine sbiadita, manchevole e riprovevole di se stessi. È una cultura che si nutre di colpevoli verso cui esercitare la sua censura; una cultura della sanzione.
  • The 2022 edition of the Eranos-Jung Lectures is dedicated to the topic, "On Cancel Culture. From Judging to Lynching: Repressions and Discriminations in the Name of Morality."
    A culture is born and affirms itself always also from a selective operation of particular contents; from a certain operation of assimilation, rejection, remodulation of previous or coeval cultures: it takes and drops. Also, obviously in relation to the hegemonic forces of which it is eventually the expression. Today, a fierce variant of this logic of "take and leave" is represented by the so-called "cancel culture". It is a culture that, in its most intransigent expressions, seems to have a problem with the cultural past from which it comes: it sees it as a troubling set of inadequacies, of discriminations or injustices according to the yardstick of its own moral standards. A tribunal of memory determined to amend history, freeing it from its sins. In this, cancel culture is a coherent expression of that satisfied and self-referential present, for which past history is always and only a faded, lacking and reprehensible image of oneself. It is a culture that feeds on culprits towards whom to exercise its censure; a culture of sanction..

    .

.v
.


.
........ The Eranos' School (ESC) 2022:
.


 
........ Eranos' special events (ESE) 2022
.-

.

.
.page Top Program 2022


Eranos Tagung 2022
.

Moscia, 08-10 September 2021

CONVEGNO DI ERANOS 2022: "Simbologie della terra: il pianeta inospitale e il pensiero di una nuova abitabilità", Casa Eranos, Ascona (Svizzera), 8-10 settembre 2022

ERANOS CONFERENCE 2022: "Earth Symbols: The Inhospitable Planet and the Thought of a New Habitability", Casa Eranos, Ascona (Switzerland), September 8-10, 2022

ERANOS CONFÉRENCE 2022: "Symbologies de la Terre : la planète inhospitalière et la pensée d'une nouvelle habitabilité", Casa Eranos, Ascona (Suisse), 8-10 septembre 2022

ERANOS TAGUNG 2022: "Symbolik der Erde: der unwirtliche Planet und der Gedanke an eine neue Habitabilität" Casa Eranos, Ascona (Schweiz), 8.-10. September 2022

CLICK Here for Final program
CLICCA qui per scaricare il Programma

Synopsis
.
Quando si incrina il rapporto tra civiltà e natura, quando l'interazione tra storia umana e vita del pianeta viene perturbata da ciò che Nietzsche chiamerebbe la volontà di potenza della libertà immatura, non solo il futuro diventa incerto. Diventa anche sempre più difficile immaginare nuove forme di abitabilità dell'unico pianeta in cui la vita può riprodursi, se non vogliamo indulgere nell'illusione puerile di poter abbandonare ciò che si è distrutto per raggiungere altri lidi. ...

When the relationship between civilization and nature breaks down, when the interaction between human history and the life of the planet is disrupted by what Nietzsche would call the will to power of immature freedom, not only does the future become uncertain. It also becomes increasingly difficult to imagine new forms of habitability of the only planet where life can reproduce itself, if we do not want to indulge in the puerile illusion of being able to abandon what has been destroyed to reach other shores. ...

Lorsque la relation entre la civilisation et la nature se rompt, lorsque l'interaction entre l'histoire humaine et la vie de la planète est perturbée par ce que Nietzsche appellerait la volonté de puissance d'une liberté immature, non seulement l'avenir devient incertain. Il devient également de plus en plus difficile d'imaginer de nouvelles formes d'habitabilité pour la seule planète sur laquelle la vie peut se reproduire, si l'on ne veut pas se laisser aller à l'illusion puérile de pouvoir abandonner ce qui a été détruit pour d'autres rivages. ...

Wenn die Beziehung zwischen Zivilisation und Natur ins Wanken gerät, wenn die Wechselwirkung zwischen der menschlichen Daseinsform und dem Leben auf dem Planeten durch das gestört wird, was Nietzsche den Machtwillen der unreifen Freiheit nennen würde, wird nicht nur die Zukunft ungewiss. Es wird auch immer schwieriger, sich neue Formen des Miteinander auf diesem Planeten vorzustellen, dem einzigen, den wir kennen, auf dem Leben fortbestehen kann, wollten wir uns nicht einer kindischen Illusion hingeben, wir könnten die von uns selbst zerstörte Lebensgrundlage durch eine andere ersetzen. ...

 Relatori / Speakers / Conférenciers:

- Giovanni Filoramo (Università di Torino)
- Panos Mantziaras (Fondation Braillard Architectes, Genève)
- Fabio Merlini (Eranos Foundation, Ascona)
- Claude Raffestin (Université de Genève)
- Maria Michela Sassi (Università di Pisa)
- Sarantis Thanopulos (Società Psicoanalitica Italiana, Napoli)
- John Tresch (Warburg Institute, University of London)

Con la partecipazione di / With the participation of
- Adriano Fabris (Università di Pisa e Facoltà di Teologia di Lugano),
- Franco Ferrari (Università di Pavia),
- Franco Giudice (Università di Bergamo),
- Amelia Valtolina (Università di Bergamo)

Conferenze in italiano o francese

Conferences in Italian or french

.









.page Top Program 2022

Introduction

Since 2011, the Eranos Foundation focussed part of its program to the series of evening conferences called Eranos-Jung Lecures and held at the Monte Verità.
The leading theme of the EJL for the year 2021 was Meditations on Freedom
. For the coming year Eranos proposes to dedicate the EJ-lectures to the theme of Cancel Cuture: from Judgement to lynching
The Eranos Tagung 2022 will be dedicated to the theme Earth Symbols: The Inhospitable Planet and the Thought of a New Habitability...and will be opened to the public according to the capacity of the lecture hall in Moscia.
In 2022 we still shall offer one workshops under the title The School of Eranos. The program details and coordinates will be regularly displayed on this web site and communicated to our registered friends and followers.
Concerning the special events we make our followers aware that the international Workshop on the Red Book to in April.
The Eranos Foundation Council welcomes all the interessees to keep following our program and to join these various activities in the year corresponding to the 88th anniversary of Eranos.

.Introduzione

Dal 2011 la nostra Fondazione ha incentrato il suo programma sulle cosiddette Eranos-Jung Lectures, conferenze serali al Monte Verità che hanno avuto un grande successo.
Nel 2020 il tema conduttore delle EJL era Meditazioni sulla libertà. Per la serie di quest'anno Eranos propone di dedicare le EJL al tema Cancel culture: dal giudizio al linciaggio...
La Eranos Tagung 2021 avrà invece come tema Simbologie della terra: il pianeta inospitale e il pensiero di una nuova abitabilità... e concederà accesso al pubblico interessato fino a completamento della capacità di accoglienza della sala conferenze di Moscia, perpetuando il simposio di sabato.

Anche nel 2022 offriremo due workshops situati nella categoria delle edranos School.
I dettagli di tutte le componenti del programma saranno regolarmente aggiornati su questo WEB site e saranno comunicati al pubblico registrato sul nostro indirizzario.
Richiamiamo l'attenzione sul Workshop internazionale sul Libro Rossio di Jung che verrà tenuto nel mese di Aprile
La Fondazione invita tutti gli interessati a continuare a seguirci con fedeltà e ad aiutarci ad allargare la cerchia del nostro pubblico nell'anno che corrisponde all'87mo annversario di Eranos.


.

.


.
.
.

Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 01,
Giacomo Marramao, "Processo al passato: l'ossessione giudiziaria della cancel culture"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 01.04.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 01 aprile 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"Processo al passato: l'ossessione giudiziaria della cancel culture"
- Prof. Giacomo Marramao (Università degli Studi Roma Tre)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
ttt

Biografia e profilo del relatore
Nnnn Nnnn, txt

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

..

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
.
.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 02,
Emanuele Trevi, "The Culture of Blaming"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 20.05.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 20 maggio 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"The Culture of Blaming"
. Prof. Emanuele Trevi (Molly Bloom Writing Academy, Rome)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
La macchina del "politically correct" è una specie di mostro acefalo, priva di grandi esponenti come potevano essere Einstein o Russell per il pacifismo o Simone de Beauvoir o Susan Sontag per il femminismo. Azione concorde di varie burocrazie, ha bisogno ogni giorno di un nuovo capro espiatorio: ieri il bacio del principe a Biancaneve, oggi gli auguri di buon Natale, domani qualcos'altro di imprevedibile. Ogni mattone di questa muraglia cinese di interdizioni può apparire assurdo e arbitrario, ma l'importante è nutrirlo continuamente. Ne derivano una psicologia e un'antropologia del biasimo: il massimo sforzo intellettuale è il controllo reciproco e il conforto reciproco che deriva dall'appartenere a un gruppo dotato di superiorità morale. Il concetto di "finta purificazione" elaorato da Simone Weil si rivela come molto adatto a spiegare molte follie provenienti (soprattutto) dal mondo anglosassone e a mettere in luce l'enorme danno spiurituale che può derivare da questo interminabile "processo al passato".

Biografia e profilo del relatore
Emanuele Trevi, è nato a Roma nel 1964, dove ha conseguito il Dottorato di ricerca in Scienze letterarie nel 1993. Ha lavorato a lungo come conduttore di programmi per RAI Radio 3 e alla cronaca romana de la Repubblica. Attualmente scrive per le pagine culturali del Corriere della Sera. Assieme a Leonardo Colombati, ha fondato la scuola di scrittura Molly Bloom, di cui è Preside. Tra i suoi saggi, Istruzioni per l'uso del lupo (1994, 2002 e 2012), Musica distante. Meditazioni sulle virtù (1997 e 2012), Qualcosa di scritto (finalista Premio Strega, 2012) e Karénina. Prove aperte d'infelicità (con Sonia Bergamasco, 2014). I suoi lavori di narrativa includono I cani del nulla. Una storia vera (2003), Senza verso. Un'estate a Roma (Premio Sandro Onofri, 2004, 2005 e 2012), Il libro della gioia perpetua (Premio Napoli, 2010), Il popolo di legno (2015; Premio Marco Polo Venise, 2017) e Sogni e favole (Premio Viareggio Repàci per la narrativa e Premio Pianeta Azzurro &endash; I Contemporanei, 2019). Tra i suoi libri di viaggio, L'onda del porto. Un sogno fatto in Asia (2005) e Ontani a Bali (con G. Silva, 2016). È inoltre autore di due libri intervista, Invasioni controllate (con il padre Mario Trevi, psicoterapeuta e analista junghiano, 2007) e Letteratura e libertà (con Raffaele La Capria, 2002, 2007 e 2009), e di un libro per la scuola, Le storie della vita (con Marco Lodoli, 2005). Nel 2021 ha vinto il Premio Strega con il libro Due vite. Il suo saggio Il viaggio iniziatico (2013) è recentemente apparso per UTET, in edizione riveduta e ampliata, con il titolo Viaggi iniziatici. Percorsi, pellegrinaggi, riti e libri (2021).

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
.
.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 03,
Cinzia Sciuto, "Contro il dogmatismo: per un'analisi critica della cancel culture"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 17.06.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 17 giugno 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"Contro il dogmatismo: per un'analisi critica della cancel culture"
. Dr. Cinzia Sciuto (MicroMega e mediacampus Frankfurt)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
Dalla pretesa di cancellare autori e libri dai canoni letterari alle accuse di appropriazione culturale, dall'abbattimento di statue alle accuse di islamofobia, sotto l'etichetta "cancel culture" vengono rubricati fenomeni molto diversi fra loro che invece vanno tenuti distinti. E all'interno di ciascuna fattispecie va anche separato il grano della richiesta di riconoscimento di gruppi sistematicamente discriminati dal loglio della inaccettabile censura.

Biografia e profilo del relatore
Cinzia Sciuto, saggista e giornalista, è caporedattrice di MicroMega. Nata in Sicilia nel 1981, ha studiato Filosofia all'Università "Sapienza"di Roma e alla Humboldt Universität di Berlino. Dal 2015 vive a Francoforte sul Meno, in Germania. Collabora con diverse testate giornalistiche tedesche, fra cui Die Tageszeitung, Lettre International e Faustkultur e insegna Politica al Mediacampus di Francoforte. Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo La terra è rotonda. Kant, Kelsen e la prospettiva cosmopolitica (2015) e Non c'è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo (2018; nuova edizione riveduta, 2020; tradotto anche in tedesco). Un suo recente saggio, sul tema "Dietro la cancel culture: il vicolo cieco dell'identità", è apparso nel volume collettaneo Non si può più dire niente? 14 punti di vista su Politicamente Corretto e Cancel Culture (2022). Si occupa principalmente di laicità, rapporto democrazia/religioni, multiculturalismo, diritti umani e femminismo. Dal 2020 è direttrice scientifica delle "Giornate della laicità" di Reggio Emilia.

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
.
.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 04,
Paolo Flores d'Arcais, "Senza passato non c'è futuro. Sul carattere reazionario del "politicamente corretto""
Conferenza, Monte Verità, venerdì 30.09.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 30 settembre 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"Senza passato non c'è futuro. Sul carattere reazionario del "politicamente corretto""
. Dr. Paolo Flores d'Arcais (MicroMega)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
La "cultura della cancellazione" realizza in realtà la cancellazione della cultura e si inserisce nella famiglia del "politicamente corretto", insieme all'islamofilia, alla sessuofobia (anche verso i grandi nudi dell'arte!), alla censura dei classici che potrebbero offendere qualche gruppo identitario, alle acrobazie lessicali del "gender", al rifiuto dell'esistenza biologica di due sessi, ecc. Il paradosso è che tali politiche vengono promosse da gruppi e ambienti che si proclamano "di sinistra", "progressisti" "radicali", mentre i (dis)valori che cercano di imporre sono squisitamente reazionari. Una ragionata rassegna critica, che qui abbozzeremo, lo può dimostrare.

Biografia e profilo del relatore
Paolo Flores d'Arcais, (Cervignano del Friuli, 1944) ha sempre intrecciato il lavoro filosofico con l'impegno civile e politico. Iscritto al Partito Comunista dal 1963, viene espulso nel 1967 per trozkismo. È tra gli animatori e leader del movimento studentesco del Sessantotto. Nel 1977 è l'organizzatore del convegno di apertura della Biennale di Venezia dedicata al Dissenso nell'Europa dell'Est. Nel 2002 organizza con Nanni Moretti, Olivia Sleiter e Pancho Pardi la manifestazione dei "girotondi", di un milione di persone, tenutasi il 14 settembre a Roma. Tra i suoi libri, ricordiamo Etica senza fede (1992), L'individuo libertario (1999), Dio esiste? (2005, in controversia con Joseph Ratzinger, Quaderno di MicroMega), Hannah Arendt (2006), Atei o credenti? (2007, in controversia con Michel Onfray e Gianni Vattimo), La democrazia ha bisogno di Dio? Falso! (2013), La guerra del Sacro. Terrorismo, laicità e democrazia radicale (2016), Contro Habermas (2021), Questione di vita e di morte (2019) e il più recente Controversia sull'essere (2021, con Maurizio Ferraris).

 

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
.
.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 05,
Gian Piero Quaglino, "Minima immoralia. Meditazioni della cultura offesa"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 21.10.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 21 ottobre 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"Minima immoralia. Meditazioni della cultura offesa"
. Prof. Gian Piero Quaglino (IPAP Istituto di Psicologia Analitica e Psicoterapia, Ivrea)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
Quando nel 1954 uscì per Einaudi l'edizione italiana dei Minima Moralia di Theodor W. Adorno si poté constatare (con una certa sorpresa da parte di qualcuno) che dei centocinquantatré brani che componevano l'edizione originale solo centoquindici ne comparivano. Per una traduzione completa dei trentotto brani mancanti si dovette attendere più di vent'anni. Il Minima imMoralia. Aforismi "tralasciati" nell'edizione italiana fu pubblicato da una piccola casa editrice, per così dire "alternativa", L'Erba Voglio, fondata tra l'altro da Elvio Fachinelli, uno dei più originali psicanalisti di scuola freudiana di seconda generazione. Qualche anno dopo tuttavia, nel 1979, l'Einaudi si decise a provvedere all'edizione integrale del testo. Per quale motivo nella prima edizione del 1954 erano stati "tralasciati" quei trentotto brani? Ma soprattutto, l'aggettivo in questione rendeva correttamente l'idea o non sarebbe stato più opportuno ricorrere ad altre espressioni del tipo: espunti, stralciati, depennati, scartati, o forse estromessi, aboliti, cassati, soppressi? O perché non addirittura censurati? In tutti i casi, è evidente, cancellati. Per queste ragioni è risultato imprescindibile, nel tentare di comprendere le molte ombre che mostra di trascinare con sé il fenomeno della cosiddetta Cancel Culture, risalire proprio ai Minima Moralia. Magari si potrebbe anche tenere conto del fatto che in tutto questo la stessa psicanalisi abbia forse giocato un qualche ruolo. È davvero del tutto privo di significato, ad esempio, il fatto che nella censura sia stato individuato sin dalla prima topica freudiana il "meccanismo" elettivo attivatore della rimozione e dunque costitutivo dell'inconscio? Sembrerebbe difficile negarlo. Per cui se ne potrebbe concludere che in definitiva la Cancel Culture non sarebbe altro che l'espressione di un qualche "ottenebramento psichico" e non semplicemente l'ultima deriva di un tragicomico (ma pur catastrofico) kitsch da nefasta (e incolta) "Industria Culturale".

Biografia e profilo del relatore
Gian Piero Quaglino, già Professore Ordinario di Psicologia sociale, Psicologia dinamica e Psicologia della formazione, ha insegnato per oltre trent'anni all'Università degli Studi di Torino (1977-2010). Presso il medesimo Ateneo, è stato Direttore del Dipartimento di Psicologia, Presidente del Corso di Laurea in Psicologia (1993-1997), Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia della salute (2002-2005) e Preside della Facoltà di Psicologia (2003-2008). È stato inoltre Presidente del Consorzio Interuniversitario per la Formazione (CO.IN.FO., 1994-1999). Attualmente insegna presso l'IPAP Istituto di Psicologia Analitica e Psicoterapia, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, di Ivrea (Torino). Ha diretto la collana "Individuo Gruppo Organizzazione" per Raffaello Cortina Editore (1992-2012). Ha pubblicato oltre duecento contributi scientifici sui temi della formazione, dell'organizzazione, del gruppo e della leadership, tra i quali Fare formazione (1985; nuova edizione, 2005), I climi organizzativi (1987), Gruppo di lavoro, lavoro di gruppo (1992), Leadership (1999), Gioco di squadra (2003), La vita organizzativa (2004), Autoformazione (2004), Scene di leadership (curato con C. Piccardo, 2006), La scuola della vita. Manifesto della Terza formazione (2011) e Formazione. I metodi (2014), oltre a cinque volumi di Scritti di formazione (1999, 2005, 2006, 2007, 2010). Socio onorario della Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica (ARPA, Torino), sui temi junghiani ha pubblicato Modelli del sogno (curato con S. Stella, 1994), A spasso con Jung (con A. Romano, 2005; nuova edizione ampliata, 2021), A colazione da Jung (con A. Romano, 2006), Nel giardino di Jung (con A. Romano, 2010) e Carl Gustav Jung a Eranos 1933-1952 (curato con R. Bernardini e A. Romano, 2007). Ha inoltre curato i volumi Aforismi (con A. Romano, 2012), Aforismi dell'inconscio (con A. Romano, 2014) e I miti solari e Opicino de Canistris. Appunti del Seminario tenuto a Eranos nel 1943 (con R. Bernardini e A. Romano, 2014), anche in traduzione inglese (2015), di Carl Gustav Jung, e l'edizione italiana di Vegliare il sogno. Teoria e pratica del Dream Tending di Stephen Aizenstat (con R. Bernardini, 2013). I suoi lavori più recenti sono Sul buon uso del silenzio (2015), Meglio un cane (2015), I quaderni di Eduardo Descondo (2018), Nuovi quaderni di Eduardo Descondo. La Compagnia del Mitra (2019), Abitare la soglia (2019), Incerti versi di Carlos Albasuelo (2019), Premiata ditta Caso&Destino. I quaderni di Eduardo Descondo, Vol. III (2020), Lettera a Mirul di Lumir Medana (2020) e Ombre, buio (e Bob Dylan) di Marcelo Malavista (2021).

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
..
.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 06,
Pierluigi Battista, "L'ondata oscurantista della cancel culture"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 18.11.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 18 novembre 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"L'ondata oscurantista della cancel culture"
. Dr. Pierluigi Battista (HuffPost e Accademia di scrittura Molly Bloom, Roma)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
L'ondata della cosiddetta cancel culture rappresenta un nuovo pericolo oscurantista, un nuovo capitolo dell'intolleranza. Negli Stati Uniti alcune Università hanno censurato persino Shakespeare e i classici greci. In Inghilterra hanno impedito una mostra di Egon Schiele, si moltiplicano intimidazioni, aggressioni, fino all'estromissione violenta di una docente dall'università del Sussex perché ritenuta non ortodossa secondo i canoni del politicamente corretto. Cambiano addirittura i finali delle opere, come è accaduto a Firenze con la Carmen. Se nell'Occidente un tempo tollerante stentiamo a percepire l'odore di bruciato è perché ora il rogo dei libri si chiama censura.

Biografia e profilo del relatore
Pierluigi Battista, taureato in Lettere moderne nel 1978, poi redattore della Casa Editrice Laterza, ha una rubrica quotidiana per Huffington Post. Cicedirettore del Corriere della Sera dal 2004 al 2009, ha lavorato come inviato ed editorialista de La Stampa ed è stato condirettore di Panorama. Tra i suoi ultimi libri, ricordiamo Cancellare le tracce. Il caso Grass e il silenzio degli intellettuali italiani dopo il fascismo (2007), La fine del giorno (2013), Mio padre era fascista (2016), Il senso di colpa del dottor Zivago (2018), Libri al rogo. La cultura e la guerra all'intolleranza (2019) e il romanzo La casa di Roma (2021).

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.

.
Rassegna Eranos-Jung Lectures 2022, Evento 07,
Fabio Merlini, "Il tribunale del presente e il tempo smemorato. Logiche della cancel culture"
Conferenza, Monte Verità, venerdì 16.12.2022, 18:30

Conferenza in Italiano

 


.page Top Program 2022

Coordinate: venerdì, 16 dicembre 2022, Monte Verità, 1830 Auditorio

L'edizione 2022 delle Eranos-Jung Lectures è dedicata al tema "Cancel culture. Dal giudizio al linciaggio: rimozioni e discriminazioni in nome della morale".
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione".
...

Programma della serata:
-
"Il tribunale del presente e il tempo smemorato. Logiche della cancel culture"
. Prof. Fabio Merlini (Fondazione Eranos, Ascona e SUFFP, Lugano)
- Chairman, Fabio Merlini
- Discussione
- Apéritif dinatoire

Cliccare qui per visualizzare/scaricare il flyer PDF

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo.
L'ingresso è gratuito.
È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org,
o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Introduzione
Una cultura nasce e si afferma sempre anche da una operazione selettiva di particolari contenuti; da una certa operazione di assimilazione, rifiuto, rimodulazione di culture precedenti o coeve: prende e lascia cadere. Anche, ovviamente in relazione alle forze egemoniche di cui è eventualmente espressione. Oggi, una variante agguerrita di questa logica del "prendere e lasciare" è rappresentata della cosiddetta "cultura della cancellazione". È una cultura che, nelle sue espressioni più intransigenti, sembra avere un problema con il passato culturale da cui proviene: lo vede come insieme preoccupante di insufficienze, di discriminazioni o di ingiustizie secondo il metro dei propri standard morali. Un tribunale della memoria deciso a emendare la storia, liberandola dai suoi peccati. In questo, la cancel culture, è una espressione coerente di quel presente soddisfatto e autoreferenziale, per cui la storia passata è sempre e solo un'immagine sbiadita, manchevole e riprovevole di se stessi. È una cultura che si nutre di colpevoli verso cui esercitare la sua censura; una cultura della sanzione. Ci sono casi in cui tutto ciò è senz'altro giustificato, quando per esempio la denuncia e la sanzione è rivolta al presente di comportamenti inaccettabili, in aperta violazione di regole rispettose e non lesive della dignità altrui. Dove, comunque, rimane sempre aperta la questione delle modalità attraverso cui la denuncia e la sanzione si esprimono. Soprattutto quando il sistema della comunicazione, come accade oggi, offre strumenti di presa della parola immediata, incontrollabile nei suoi effetti. Nel momento in cui, però, le denuncia e la sanzione si rivolgono alle culture del passato, il discorso si complica ulteriormente. Poiché il rischio è qui la neutralizzazione dell'intera cultura, un tentativo di fare tabula rasa del passato. Forse l'incapacità di chinarsi con un pensiero riflessivo sulle contraddizioni e la stessa complessità della vita; la non disponibilità al dialogo, al giudizio critico, capace di valutare e di discriminare all'interno di una stessa situazione. Una regressiva tendenza a non cogliere i chiaroscuri, le sfumature. L'indice di una profonda fragilità. Infine, una nuova forma di ignoranza.

Biografia e profilo del relatore
Fabio Merlini, è Direttore Regionale della sede della Svizzera Italiana della Scuola Universitaria Federale per la Formazione Professionale (SUFFP). Dal 2010 presiede la Fondazione Eranos. Ha co-diretto, presso gli Archivi Husserl dell'Ecole Normale Supérieure di Parigi, il Groupe de Recherche sur l'Ontologie de l'Histoire, i cui lavori seminariali &endash; Après la fin de l'histoire (1998), Historicité et spatialité (2001) e Une histoire de l'avenir (2004) &endash; sono usciti in tre volumi per l'editore Vrin (Parigi). Già privat-docent all'Università di Losanna, dove ha insegnato Filosofia della cultura (1988), presso il medesimo Ateneo è stato successivamente professore di Epistemologia delle scienze umane (1990-2002). Dal 2003 al 2011 è stato inoltre professore a contratto di Etica all'Università dell'Insubria (Varese). È co-autore del "Cahier de l'Herne" dedicato a F. Nietzsche per il centesimo anniversario della morte (2000). Con J. Derrida, P. Ricoeur, M. Crépon e altri, è co-autore del volume La Philosophie au risque de la promesse (2004). Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo L'efficienza insignificante. Saggio sul disorientamento (2009, apparso anche in francese con il titolo L'époque de la performance insignifiante. Réflexions sur la vie désorientée, 2011); Schizotopies : Essai sur l'espace de la mobilisation (2013, edito in italiano come Ubicumque. Saggio sul tempo e lo spazio della mobilitazione, 2015); L'architettura inefficiente (con L. Snozzi, 2014, edito in francese come L'architecture inefficiente, 2016); Catastrofi dell'immediatezza. La vita nell'epoca della sua accelerazione (con S. Tagliagambe, 2016). Ha inoltre curato diversi volumi collettanei, tra cui Nuove tecnologie e nuove sensibilità. Comunicazione, identità, formazione (2005), Identità e alterità. Tredici esercizi di comprensione (con E. Boldrini, 2006) e Semi ad usum praesentis. Un incontro sul pensiero di Jean-Jacques Rousseau (2013). Il suo lavoro più recente, La Triste esthétique. Essais sur les catastrophes de l'immédiateté (2018), è apparso anche in italiano, per l'editore Bollati Boringhieri, con il titolo L'estetica triste. Saggio sull'inospitalità del mondo (2019). Per l'editore Rosenberg&Sellier di Torino dirige la collana "I Saggi di Eranos" e, per l'editore Aragno*Eranos, Ascona, la collana dei "Classici di Eranos". Il suo lavoro più recente, per Nino Aragno Editore, è intitolato Ritornare in sé. L'interiorità smarrita e l'infinita distrazione (2022).

 

NB: Situazione pandemica:  
Valgono le eventuali misure decretate dalle autorità sanitarie

 

 

Immagini della serata

....

....

....

 

 

......

 

.

......

......


.page top

PDF Flyer

.










.
.
PLACEHOLDER.
.
.
Eranos Tagung 2022: Programma/Program
  • Simbologie della terra: il pianeta inospitale e il pensiero di una nuova abitabilità
  • Earth Symbols: The Inhospitable Planet and the Thought of a New Habitability"
  • Symbologies de la Terre : la planète inhospitalière et la pensée d'une nouvelle habitabilité"
  • Symbolik der Erde: der unwirtliche Planet und der Gedanke an eine neue Habitabilität
    .

September 08-10, Eranos Moscia,
Coferenze in Italiano e in Francese 
Conferences in Italian and in French language

 


.page Top Program 2022

Coordinates / Coordinate:
September 08.10, Eranos Moscia (Open to registered / invited Public)

CLICK Here for Final program
CLICCA per scaricare il Programma

Iscrizione obbligatoria | Registration is required
(
vedi sotto) ............ .......(see below)

Relatori / Speakers / Conférenciers:

- Giovanni Filoramo (Università di Torino)
- Panos Mantziaras (Fondation Braillard Architectes, Genève)
- Fabio Merlini (Eranos Foundation, Ascona)
- Claude Raffestin (Université de Genève)
- Maria Michela Sassi (Università di Pisa)
- Sarantis Thanopulos (Società Psicoanalitica Italiana, Napoli)
- John Tresch (Warburg Institute, University of London)

Con la partecipazione di / With the participation of
- Adriano Fabris (Università di Pisa e Facoltà di Teologia di Lugano),
- Franco Ferrari (Università di Pavia),
- Franco Giudice (Università di Bergamo),
- Amelia Valtolina (Università di Bergamo)

- In collaborazione con il Dottorato di ricerca in Studi umanistici transculturali, Università di Bergamo, il Dottorato di ricerca in Filosofia, Università di Pisa e Università di Firenze, e il Dottorato di ricerca in Scienze religiose, Facoltà di Teologia di Lugano

- In collaboration with the Ph.D. program in Transcultural Studies in Humanities, University of Bergamo, the Ph.D. program in Philosophy, University of Pisa and University of Florence, and the Ph.D. program in Religious Sciences, Faculty of Theology of Lugano

- En collaboration avec le Doctorat de recherche en Études humanistes transculturelles, Université de Bergamo, le Doctorat de recherche en Philosophie, Université de Pise et Université de Florence, et le Doctorat de recherche en Sciences religieuses, Faculté de Théologie de Lugano

- In Zusammenarbeit mit dem Doktorandenprogramm für Transkulturellen Geisteswissenschaften, Universität Bergamo, dem Doktorandenprogramm für Philosophie, Universität Pisa und Universität Florenz, und dem dem Doktorandenprogramm für Religionswissenschaften, Theologischen Fakultät Lugano

Synopsis
.
Quando si incrina il rapporto tra civiltà e natura, quando l'interazione tra storia umana e vita del pianeta viene perturbata da ciò che Nietzsche chiamerebbe la volontà di potenza della libertà immatura, non solo il futuro diventa incerto. Diventa anche sempre più difficile immaginare nuove forme di abitabilità dell'unico pianeta in cui la vita può riprodursi, se non vogliamo indulgere nell'illusione puerile di poter abbandonare ciò che si è distrutto per raggiungere altri lidi. Prima di immaginare quale nuovo orientamento dare alle nostre vite, come se radicati stili di vita possano essere riorientati a piacimento dall'oggi al domani, occorre chiedersi quali risorse offrano le culture per una diversa e nuova abitabilità della dimora che ci ospita. Per esempio, interrogare i simboli e i miti attraverso cui nel passato la terra e la natura sono state raccontate: tutto un repertorio di sapienza che oggi deve essere tenuto presente, per provare ad assegnare un altro senso alla nostra relazione con le risorse e all'esperienza stessa dell'ospitalità, se è vero che siamo tutti ospiti di una pianeta che, come qualsiasi altra dimora, ha sue proprio regole di abitabilità. Il discorso scientifico odierno ci mette a disposizione tutto il sapere necessario per capire le ragioni dell'insostenibilità dei nostri regimi produttivi e delle nostre abitudini di consumo, ma per sentire la necessità del cambiamento occorre alimentare la nostra immaginazione, aderire a una diversa persuasione di sé. E per questo occorre fare riferimento, appunto, al ricco universo simbolico messoci a disposizione dalle diverse culture e tradizioni.

When the relationship between civilization and nature breaks down, when the interaction between human history and the life of the planet is disrupted by what Nietzsche would call the will to power of immature freedom, not only does the future become uncertain. It also becomes increasingly difficult to imagine new forms of habitability of the only planet where life can reproduce itself, if we do not want to indulge in the puerile illusion of being able to abandon what has been destroyed to reach other shores. Before imagining what new orientation to give to our lives, as if deep-rooted lifestyles can be reoriented at will from one day to the next, we must ask ourselves what resources cultures offer for a different and new habitability of the place that hosts us. For example, questioning the symbols and myths, through which the earth and nature have been told in the past: a whole repertoire of wisdom that must be kept in mind today, to try to assign another meaning to our relationship with resources and to the very experience of hospitality, if it is true that we are all guests of a planet that, like any other home, has its own rules of habitability. Today's scientific discourse provides us with all the knowledge necessary to understand the reasons for the unsustainability of our production regimes and our consumption habits, but to feel the need for change we have to nurture our imagination, to adhere to a different persuasion of ourselves. And for this we may refer to the rich symbolic universe made available to us by different cultures and traditions.

Lorsque la relation entre la civilisation et la nature se rompt, lorsque l'interaction entre l'histoire humaine et la vie de la planète est perturbée par ce que Nietzsche appellerait la volonté de puissance d'une liberté immature, non seulement l'avenir devient incertain. Il devient également de plus en plus difficile d'imaginer de nouvelles formes d'habitabilité pour la seule planète sur laquelle la vie peut se reproduire, si l'on ne veut pas se laisser aller à l'illusion puérile de pouvoir abandonner ce qui a été détruit pour d'autres rivages. Avant d'imaginer quelle nouvelle orientation donner à nos vies, comme si des modes de vie profondément ancrés pouvaient être réorientés à volonté du jour au lendemain, nous devons nous demander quelles ressources les cultures offrent pour une habitabilité différente et nouvelle de la demeure qui nous accueille. Il faut par exemple s'interroger sur les symboles et les mythes utilisés dans le passé pour décrire la terre et la nature : tout un répertoire de connaissances qu'il faut garder à l'esprit aujourd'hui, pour tenter d'attribuer un autre sens à notre relation avec les ressources et à l'expérience même de l'hospitalité, s'il est vrai que nous sommes tous des hôtes sur une planète qui, comme toute autre habitation, a ses propres règles d'habitabilité. Le discours scientifique actuel nous fournit toutes les connaissances nécessaires pour comprendre les raisons de la non-durabilité de nos régimes de production et de nos habitudes de consommation, mais pour ressentir la nécissité du changement, nous devons nourrir notre imagination, adhérer à une autre persuasion de nous-mêmes. Et pour cela, nous devons nous référer au riche univers symbolique mis à notre disposition par les différentes cultures et traditions.

Wenn die Beziehung zwischen Zivilisation und Natur ins Wanken gerät, wenn die Wechselwirkung zwischen der menschlichen Daseinsform und dem Leben auf dem Planeten durch das gestört wird, was Nietzsche den Machtwillen der unreifen Freiheit nennen würde, wird nicht nur die Zukunft ungewiss. Es wird auch immer schwieriger, sich neue Formen des Miteinander auf diesem Planeten vorzustellen, dem einzigen, den wir kennen, auf dem Leben fortbestehen kann, wollten wir uns nicht einer kindischen Illusion hingeben, wir könnten die von uns selbst zerstörte Lebensgrundlage durch eine andere ersetzen. Bevor wir danach streben, unserer Lebensweise zu transformieren - tief verwurzelte Lebensstile lassen sich ohnehin nicht über Nacht nach Belieben neu ausrichten - müssen wir uns fragen, welche vorhandenen Ressourcen die Kulturkreise für eine andere und neue Existenzgrundlage auf dieser Erde bieten. So sollten wir beispielsweise die Symbole und Mythen befragen, die in der Vergangenheit zur Beschreibung der Welt und der Natur verwendet wurden. Sie stellen ein großes Repertoire an Weisheit dar, mit dem wir uns heute beschäftigen sollten, und der Bedeutung der Gastfreundschaft ein anderes Gewicht zuweisen, um zu erkennen, dass wir alle nur Gäste auf diesem Planeten sind und wir uns den Regeln, die sein Gastrecht vorschreibt, unterwerfen müssen. Der heutige wissenschaftliche Diskurs liefert uns all das Wissen, das wir brauchen, um die Gründe für die mangelnde Nachhaltigkeit unserer Produktions- und Konsumgewohnheiten zu verstehen. Um aber der Notwendigkeit nach Veränderung nachzukommen, müssen wir unsere Vorstellungskraft erweitern und zu einer anderen Überzeugung von uns selbst gelangen. Dazu können wir auf das reiche Universum der Symbole zurückgreifen, das uns die verschiedenen Kulturen und Traditionen an die Hand geben.

 .page Top Program 2022

Iscrizioni
Il Convegno è a numero chiuso. Per questa ragione, l'iscrizione è obbligatoria.:
info@eranosfoundation.org, o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92
La quota di partecipazione è di CHF 50.- per l'intero Convegno e di CHF 25.- per le singole giornate.
Previa registrazione al simposio, è prevista anche una modalità di partecipazione a distanza.



Trasporto.
A Eranos non vi sono parcheggi per automobili. È possibile raggiungere Eranos con bus (n. 316) o il taxi da Ascona

Pranzi.
La quota per i pasti è di CHF 30.- /giorno. Si raccomanda di iscriversi poiché non ci sono opportunità di pranzare nelle immediate vicinanze.

Lingue
Le conferenze sono in francese oppure in italiano a dipendenza del relatore

Registration
Please note that the Conference has limited places. For this reason, advanced registration is required:
info@eranosfoundation.org, or by phone at +41 (0) 91 792 20 92
The registration fee is CHF 50.- for the entire Conference and CHF 25.- for single day sessions.
Upon registration for the symposium, a distance mode of participation will be also provided.

Transport.
Please, note that there are no parking places at Eranos. You may reach Eranos from Ascona by bus (no. 316) or by taxi cab.

Lunches.
The fee for meals is of CHF 30.- /day,. SIt is recommended to register for meals because thjere are no opportunities nearby.

Language.
The conferences will be either in french or in italian language, depending on the speaker.

Pandemic restrictions: / Misure anti-pandemia
- Participation to the mentioned events will be subjected to any restrictions issued by the governmental authorities
- L'accesso agli eventi menzionati è soggetto alle eventuiali restrizioni emanate dalle autorità.

 

 

 

.page Top Program 2021
**********************************************************************************************

Program / Programma

Giovedì 08 settembre / Thursday , September 8th

00.00-00.00 Eranos Moscia
....................ttt/ ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 Coffee Break

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt
....................
00.00-00.00 Discussion

00.00-00.00 Lunch

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt
....................

15.30-16.000 coffee break

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 Discussion

00.00-00.00 Place
.....................eventr

Venerdì 09 settembre / Friday , September 9th

00.00-00.00 Eranos Moscia
....................ttt/ ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 Coffee Break

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt
....................
00.00-00.00 Discussion

00.00-00.00 Lunch

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt
....................

15.30-16.000 coffee break

00.00-00.00 NNN NNN (affiliation)
....................ttt / ttt

00.00-00.00 Discussion

00.00-00.00 Place
.....................Event

 

Sabato, 10 settembre / Saturday, September 10th

9.45-10.00 Seminario dottorale coordinato da / Ph.D. Seminar chaired by / Séminaire doctoral coordonné par Adriano Fabris (Università di Pisa), Franco Giudice (Università degli Studi di Bergamo), Amelia Valtolina (Università degli Studi di Bergamo): Introduzione / Introduction / Introduction

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

100.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

11.15-11.35 Coffee Break

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

12.50-14.00 Coffee Break


00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

15.15-15.35 Coffee Break

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

00.00-00.00 Nnn Nnn (Affiliation)
....................Titleline1
....................Titleline2

....................Discussants: zzz

16.25 -16.50 Fabio Merlini (Eranos Foundation, Ascona, Switzerland):
................... Chiusura del Convegno / Closing of the Conference / Conclusion de la Conférence

 16.40-17.30 Aperitivo / Apéritif

 

.page Top Program 2022

**********************************************************************************************

Profiles of Faculty and Abstracts

Relatori e Abstract / Lecturers and Abstracts / Conférenciers et résumés

 ********************************************

"Title"

Nnnn Nnnn

summary

Nnnn Nnnn profile.

 

********************************************

 

 ********************************************

"Title"

Nnnn Nnnn

summary

Nnnn Nnnn profile.

 

********************************************

 

 ********************************************

"Title"

Nnnn Nnnn

summary

Nnnn Nnnn profile.

 

********************************************

 

 ********************************************

"Title"

Nnnn Nnnn

summary

Nnnn Nnnn profile.

 

********************************************

 

 ********************************************

Seminario dottorale coordinato da / Ph.D. Seminar chaired by / Séminaire doctoral coordonné par

ADRIANO FABRIS, FRANCO GIUDICE, AMELIA VALTOLINA

In collaborazione con il Dottorato di ricerca in Studi umanistici transculturali, Università di Bergamo, il Dottorato di ricerca in Filosofia, Università di Pisa e Università di Firenze, e il Dottorato di ricerca in Scienze religiose, Facoltà di Teologia di Lugano

In collaboration with the Ph.D. program in Transcultural Studies in Humanities, University of Bergamo, the Ph.D. program in Philosophy, University of Pisa and University of Florence, and the Ph.D. program in Religious Sciences, Faculty of Theology of Lugano

En collaboration avec le Doctorat de recherche en Études humanistes transculturelles, Université de Bergamo, le Doctorat de recherche en Philosophie, Université de Pise et Université de Florence, et le Doctorat de recherche en Sciences religieuses, Faculté de Théologie de Lugano

ADRIANO FABRIS (Pisa, Italy) is Full Professor of Moral Philosophy at the University of Pisa, where he also teaches Philosophy of Religions and Communication Ethics. In Pisa, he directs the Interdisciplinary Center of Research and Services on Communication (cico). He also serves as Director of the journal "Teoria" (Pisa) and as Co-Director of the journal "Filosofia e Teologia" (Naples, Italy). He teaches Philosophy of Religions and Ethics at the Theological Faculty of Lugano. In the same Faculty, he directs the Religions and Theology (ReTe) Institute and promoted the Master in Science, Philosophy, and Theology of Religions (online version). Among his publications, we list Teologia e filosofia (2004), Heidegger (with A. Cimino, 2009), "Essere e tempo" di Heidegger. Introduzione alla lettura (2010), TeorEtica. Filosofia della Relazione (2010), La scelta del dialogo. Breviario filosofico per comunicare meglio (2011), Bild als Prozess. Neue Perspektiven einer Phänomologie des Sehens (with A. Lossi and U. Perone, 2011), Filosofia delle religioni (2012), Etica delle nuove tecnologie (2012), Il peccato originale come problema filosofico (2014), Il tempo esploso (2015), Ethical Issues in Internet Communication (2015), Twitter e la filosofia (2015), RelAzione. Una filosofia performativa (2016), Ethics of Information and Communication Technologies (2018), Etica per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (2019), and Etica del mangiare. Cibo e relazione (2019), Etica e ambiguità (2020), and the most recent L'amore ambiguo: Filosofia, neuroscienze, letteratura (2020). For the "Eranos Classics" series, he recently edited Ernesto Buonaiuti's Palingenesis, Immortality, and Resurrection in Primitive Christianity (2020).

FRANCO GIUDICE iis Full Professor of History of science at the University of Bergamo (Italy), where is also Co-ordinator of the Ph.D. program in Transcultural Studies in Humanities. He is co-editor of 'Galilaeana. Studies in Renaissance and Early Modern Science'. He has widespread research interests, including Hobbes, Galileo, Kepler, Descartes, Huygens, Newton, and especially theories of light in the Scientific Revolution. He has published a number of articles and books, including Luce e visione. Thomas Hobbes e la scienza dell'ottica (1999), Lo spettro di Newton. La rivelazione della luce e dei colori (2009), and Galileo's Telescope: A European Story (with Massimo Bucciantini and Michele Camerota, 2015). He has recently translated and edited Newton's Philosophiae naturalis principia matematica (2018). In cooperation with Elaine C. Stroud, he is currently editing a volume of Hobbes's Optical Works for The Clarendon Edition of the Works of Thomas Hobbes.

AMELIA VALTOLINA teaches Modern German Literature at the University of Bergamo (Department of Humanities), where she serves as a member of the Doctorate School in Studi Umanistici Transculturali. Expert of xix century German prose and poetry, and in particular of Gottfried Benn's oeuvre, she devotes her attention to German contemporary poetry, to the relationships between poetry and philosophy, and the analysis of aesthetic categories (form, figure, fragment) in the literary text. She has edited the Italian translation of works by Ilse Aichinger, Gottfried Benn, Theodor Fontane, Rainer M. Rilke, and Lou Andreas-Salomé. Among her books, we list Parole con figura. Avventure dell'immagine da Friedrich Nietzsche a Durs Grünbein (2010), Blu e poesia. Metamorfosi di un colore nella moderna lirica tedesca (2002; French edition, 2006), Parole con figura (2010), Il sogno della forma. Un'idea tedesca nel Novecento di Gottfried Benn (2016), and the most recent In absentia. Zur Poetik der Latenz in Rainer Maria Rilkes Dichtkunst (2021, in press). The most recent books she has edited include Natur in Transition ("Internationale Zeitschrift für Kulturkomparatistik", with Michael Braun and Henrieke Stahl, 2021, in press) and "Ein Gespräch über Bäume". Europäische ökologische Lyrik seit den 1970er Jahren (with Michael Braun, 2021, in press). She regularly takes part to the activities of the Konrad Adenauer Stiftung in Berlin and of the Eranos Foundation in Ascona and is a member of the Gottfried-Benn-Gesellschaft. Together with Andrea Bajani, Maurizio Ferraris, Paolo Fabbri, and Talia Pecker-Berio, she was also a member of the scientific board of the Fondazione Europea del Disegno, founded in 1997 by Valerio Adami, Jacques Derrida, Carlos Fuentes, Daniel Arasse, and Saul Steinberg, and was chief editor of its Annali (Bruno Mondadori, il Melangolo, Quodlibet).

 

 

  ********************************************

 

**********************************************************************************************

 Selected pictures

..

...

...

...

...

...

...

...

...

...

..

..

 

.

.

.


.page top

PDF Flyer Faculty + Abstracts
















 

 

 



.page top

PDF Flyer Faculty + Abstracts
















 



.page top

PDF Flyer Faculty + Abstracts

v
.








 

 

 



.page top

PDF Flyer Faculty + Abstracts
















 

 

 

 


PDF Flyer Faculty + Abstracts
















 

 

 

 


.

.
Rassegna Eranos school 2021: Evento 01
AAVV, "Ripensare la solidarietà nella società degli individui"
AAVV, "Rethinking Solidarity in the Society of Individuals"

Biblioteca cantonale Locarno, 06.05.2022, 18:00-20:00

 


.page Top Program 2021

Coordinate:
Venerdì 6 maggio 2022,

info@eranosfoundation.org
Link per accedere alla conferenza:  
zzzlink 

clicca qui per visualizzare il flyer PDF
flyer settimana della filosofia

Titolo del meeting / Title of the meeting

Ripensare la solidarietà nella società degli individui
Rethinking Solidarity in the Society of Individuals

Sinopsis
La Fondazione Eranos è lieta di invitare a un pomeriggio di studi sul tema "Ripensare la solidarietà nella società degli individui", previsto venerdì 6 maggio 2022, dalle ore 18:00 alle 20:00, presso Casa Eranos (Ascona-Moscia), nell'ambito della manifestazione philEXPO22 e in collaborazione con il Centro di ricerca "Tiresia. Filosofia e psicoanalisi" afferente al Dipartimento di Scienze Umane dell'Università di Verona.

Che ne è della solidarietà, nell'epoca degli individualismi e della crisi dei legami sociali? Quali sono le nuove forme di solidarietà odierne, come si affermano e attraverso quali canali? Ma soprattutto, contro quali forze devono far valere loro ragioni per potersi affermare? In una società in cui la responsabilità sembra ancora valere solo quando è gioco il posizionamento del singolo sul mercato del lavoro, quindi una responsabilità autoreferenziale, mentre è del tutto scomparsa dal radar delle élite ("noblesse n'oblige plus"), interrogarsi sulla solidarietà significa interrogarsi sul nostro rapporto con noi stessi, con gli altri e con il pianeta e le su risorse. E prima ancora, sulle forma che assumono oggi i poteri.

 

The Eranos Foundation is pleased to invite you to an afternoon of studies on the theme "Rethinking Solidarity in the Society of Individuals", scheduled for Friday, May 6, 2022, from 18:00 to 20:00, at Casa Eranos (Ascona-Moscia), within the philEXPO22 event and in collaboration with the Centro di ricerca "Tiresia. Filosofia e psicoanalisi" afferent to the Department of Human Sciences of the University of Verona.

What about solidarity, in the era of individualism and the crisis of social ties? What are the new forms of solidarity today, how do they assert themselves and through which channels? But above all, against what forces must they assert themselves? In a society in which responsibility still seems to be valid only when it comes to the individual's position in the labor market, hence a self-referential responsibility, while it has completely disappeared from the radar of the elite ("noblesse n'oblige plus"), questioning ourselves about solidarity means questioning ourselves about our relationship with ourselves, with others and with the planet and its resources. And before that, on the form that powers assume today.

Relatori / Speakers
- Fabio Merlin
- Federico Leoni
- Matteo Vegettii
- Gianluca Solla.
- Moderazione: Riccardo Bernardini.

 

 

 Iscrizione / registration
La partecipazione è gratuita; è richiesta l'iscrizione (info@eranosfoundation.org).
Seguirà un aperitivo aperto a tutto il pubblico.
-
Participation is free; registration is required (info@eranosfoundation.org).
Followed by an aperitif open to the public

- Il collegamento alla conferenza è gratuito
- The connection to the conference is free of charge

 Lingua / Language

- Il workshop è tenuto in lingua italiana

Pandemic restrictions: / Misure anti-pandemia
- Participation to the mentioned events will be subjected to any restrictions issued by the governmental authorities
- L'accesso agli eventi menzionati è soggetto alle eventuiali restrizioni emanate dalle autorità.

 

Clicca per la locandina / Click to download the PDF

 

Note sui relatori / Profile of speakers

Nnnn Nnnn
txt

Nnnn Nnnn
txt

Nnnn Nnnn
txt

 

Immagini

...

...

...

..

..

 

 

......

.....

......

......

......

......


.page top

PDF Program














.

.
.
.
Rassegna Eranos school 2022: Evento 02
AAVV, "ttt",
AAVV, "'ttt"

Monte Verità, 00.00.2022, 00:00 - 00:00

 


.page Top Program 2021

Coordinate: ddd oo mmm 2021, 00:00 -00:00,
Monte Verità, Ascona, Auditorio

Clicca per la locandina / Click to download the PDF

Iscrizione
l'iscrizione è è necessaria
- via e-mail, a 
info@eranosfoundation.org, o
- telefonicamente, al numero +41 (0) 91 792 20 92.
- la partecipazione è gratuita

Organizzazione/ Organisation
ttt

Relatori / speakers
Interverranno
- Nnnn Nnnn (affiliation) (

Sinossi / Synopsis
tttIT

tttEN

 

 

Immagini

...

...

...

..

..

 

 

......

.....

......

......

......

......

......

......

......

......


.page top

PDF Program















.


.
.
.
Rassegna Eranos school 2019: Evento 03
NNN NNN, "Title",
Workshop,
Eranos, dd.mm.yy, 09:00 - 18:00

short title

 


.page Top Program 2021

Coordinate: dddd dd mmmm 2019, hh:00,-hh:00 Casa Eranos, Moscia

Programma:
- Name (IAffliliation): Title

Clicca qui per visualizzare la locandina

Iscrizione.
I
l costo di iscrizione al seminario è di CHF 80.-
Il seminario è a numero chiuso, riservato a un numero massimo di 40 partecipanti; l'iscrizione è pertanto obbligatoria (da effettuarsi non oltre mercoledì 7 marzo 2018).
via e-mail, a 
info@eranosfoundation.org, o
telefonicamente, al numero +41 (0) 91 792 20 92.

Pranzo.
Per chi lo desiderasse, è prevista la possibilità di un pranzo in loco, esclusivamente previa prenotazione, a un costo di CHF 25.-

Trasporto.
Vi ricordiamo che a Casa Eranos non vi sono posteggi. Per chi lo desideri, vi è la possibilità di raggiungere Eranos con il bus (316) da Ascona.

ATTENZIONE (per persone con disabilità motorie):
la configurazione particolarmente scoscesa ed i vicoli stretti della proprietà Eranos a Moscia non permettono un accesso facilitato alle persone con handicap di mobilità. Chi si trovasse in tale situazione è pregato gentilmente di contattare la Fondazione (vedi sopra) prima di pianificare una propria presenza ad un evento Eranos a Moscia.

Introduzione
txt

 

Programma
txt

Note sul relatore:
txt

Immagini

...

......

......

......

......

......

......


.page top

PDF Program








.

.


.
.
PLACEHOLDER
.
.
PLACEHOLDER
.
.
.
PLACEHOLDER
..
.

TABELLA ESC 08.


Eranos Special event 22-01:
Jung's Red Book for Our Time:
Searching for Soul Under Postmodern Conditions
International Meeting April 28- May 1st 2022

- Eranos Foundation (Ascona, Switzerland)
- Pacifica Graduate Institute (Santa Barbara, California, USA)
- IAAP International Association for Analytical Psychology (Zurich, Switzerland)
- ARPA Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica (Rome-Turin, Italy)

 



.page Top Program 2021

Coordinates:
April 28-Mayy 1st 2022, Eranos and Monte Verità, Ascona (Switzerland)

Registrations 079 646 1614, info@eranosfoundation.org

Pandemic restrictions: / Misure anti-pandemia
- Participation to the mentioned events will be subjected to any restrictions issued by the governmental authorities
- L'accesso agli eventi menzionati è soggetto alle eventuiali restrizioni emanate dalle autorità.

Organising Committee
Thomas Arzt · Joseph Cambray · Murray Stein · Riccardo Bernardini

click here to visualise the PDF Flyer

Title of the meeting
Jung's Red Book for Our Time: Searching for Soul Under Postmodern Conditions
Il Libro rosso di Jung per il nostro tempo: alla ricerca dell'anima nel mondo postmoderno

Sinopsis
Cosa possiamo recuperare e fare nostro del Libro rosso, individualmente e collettivamente, per la nostra epoca? Questa è la domanda di base che sarà affrontata dai relatori di questo simposio organizzato dalla Fondazione Eranos. In assenza della guida di una grande narrazione o di un mito collettivo, viviamo oggi in una fase storica di volatilità globale e di profonda incertezza rispetto al futuro. Una percezione simile era diffusa nel periodo in cui Carl Gustav Jung lavorò al suo Libro rosso. In risposta a tale incertezza, Jung intraprese un viaggio interiore e diede forma a un'opera che riflette il suo ritrovamento di significato in un mito personale, attraverso il processo d'individuazione. Il suo approccio ai problemi presentati dallo "spirito del tempo" ha però anche un più ampio risvolto culturale. Il Libro rosso - come prezioso anello di congiunzione dell'aurea catena - ha infatti il potenziale per diventare una guida per chi vive nella condizione postmoderna del XXI secolo. Questa riflessione sarà esplorata dai relatori e dai partecipanti al simposio.

What can we take from The Red Book for our times, individually and collectively? This is the question that will be addressed by the speakers at this symposium of the Eranos Foundation. Without guidance by a grand-narrative or collective myth, we now live in a historical phase of global volatility and deep uncertainty about the future. A similar perception was in the air when Carl Gustav Jung worked on his Red Book. In response, Jung embarked on an inner journey and created a work that reflects his discovery of meaning in a personal myth, by the means of the individuation process. His approach to the problems presented by the "spirit of the times" also has broad cultural significance. The Red Book &endash; as a precious link on the aurea catena &endash; has potential for becoming a guide for people living under the postmodern conditions of the 21st century. This will be explored by the speakers and participants in the symposium.

Que pouvons-nous sauver et faire nôtre du Livre rouge, individuellement et collectivement, pour notre époque, si profondément marquée par « l'ombre du monde » (Umbra Mundi) ? C'est la question fondamentale qui sera abordée par les intervenants de ce symposium organisé par la Fondation Eranos, dont la conception est inévitablement traversée par les réflexions et les préoccupations sur la pandémie actuelle de Coronavirus. Dans une perspective plus générale, en l'absence d'un grand récit ou d'un mythe collectif, nous vivons aujourd'hui une phase historique de volatilité mondiale et de profonde incertitude quant à l'avenir. Une perception similaire était répandue à l'époque où Carl Gustav Jung travaillait sur son Livre rouge. En réponse à cette incertitude, depuis 1913 Jung a entrepris un voyage intérieur et a façonné une œuvre qui reflète sa recherche de sens dans un mythe personnel par le biais du processus d'individuation. Cependant, son approche des problèmes présentés par « l'esprit du temps » a également une implication culturelle plus large. Le Livre rouge a le potentiel de devenir un guide pour ceux qui vivent dans la condition du 21e siècle.

Was kann uns C. G. Jungs Rotes Buch heute geben, für den Einzelnen wie für die Gemeinschaft, für unser Zeitalter, das so tief vom „Schatten der Welt" (Umbra Mundi) geprägt ist? Dies ist die zentrale Frage, mit der sich die Redner auf diesem von der Eranos-Stiftung organisierten Symposium befassen werden, dessen Konzeption zwangsläufig von Gedanken und Bedenken über die aktuelle Coronavirus-Pandemie durchkreuzt wird. Die Perspektive dieses Symposions trägt dabei der Tatsache Rechnung, dass in Teilen der Gesellschaft in einer Zeit enormer globaler Veränderungen große Unsicherheiten vorherrschen und vielen Menschen die Bindung an eine „Große Erzählung" oder einen kollektiven Mythos fehlt. Eine ähnliche Wahrnehmung war auch zu der Zeit weit verbreitet, als Jung an seinem Roten Buch arbeitete. Seit 1913, als Antwort auf diese Unsicherheit, unternahm Jung eine innere Reise und formte ein Werk, das seine Sinnfindung in einem persönlichen Mythos durch den Prozess der Individuation widerspiegelt. Seine Herangehensweise an die Probleme, die der „Zeitgeist" aufwirft, hat jedoch auch eine umfassendere kulturelle Implikation. Das Rote Buch hat daher das Potenzial, ein Leitfaden für uns zu werden, die wir in der Situation des 21. Jahrhunderts leben.

 

List of speakers / Elenco dei relatori
- Stephen Aizenstat
- Riccardo Bernardini
- Paul Bishop
- Joseph Cambray
- Linda Carter
- Al Collins
- Len Cruz
- Thomas Fischer
- Nancy Swift Furlotti
- Toshio Kawai
- Romano Màdera
- Christine Maillard
- Frank N. McMillan III
- Robert M. Mercurio
- Elaine Molchanov
- Lance S. Owens
- Heyong Shen
- Leslie Stein
- Murray Stein

 Promoters / Promotori
- Eranos Foundation (Ascona, Switzerland)
- Pacifica Graduate Institute (Santa Barbara, California, USA)
- IAAP International Association for Analytical Psychology (Zurich, Switzerland)
- ARPA Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica (Rome-Turin, Italy)

With the Support of / Con il sostegno di
- Existential-psychologische Bildungs- und Begegnungsstätte
.Todtmoos-Rütte Schule für Initiatische Therapie (Todtmoos, Germany)
- Foundation of the Works of C.G. Jung (Zurich, Switzerland)
- ISAP International School of Analytical Psychology (Zurich, Switzerland)
- IPAP Istituto di Psicologia Analitica e Psicoterapia (Ivrea, Italy)
- Chiron Publications (Asheville, North Carolina, USA)

In collaboration with / In collaborazione con
- Fondazione Monte Verità (Ascona, Switzerland)
- Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli (Ascona, Switzerland)
- Archivio Luigi Pericle (Ascona, Switzerland)
- Daimon Verlag (Einsiedeln, Switzerland)
- Bollati Boringhieri (Turin, Italy)

 Iscrizione
- Iscrizione A - Comprende le conferenze, trasferimenti locali in pullman, aperitivo di benvenuto e cena di benvenuto al Monte Verità il giovedì, 5 coffee break da giovedì a sabato, 2 pranzi vegetariani al Monte Verità il venerdì e il sabato: CHF 350.-

- Iscrizione B - Comprende le conferenze, trasferimenti locali in pullman, aperitivo di benvenuto e cena di benvenuto al Monte Verità il giovedì, 5 coffee break da giovedì a sabato, 2 pranzi vegetariani e 2 cene al Monte Verità il venerdì e il sabato: CHF 450.-

- Iscrizione C - Comprende le conferenze, trasferimenti locali in pullman, aperitivo di benvenuto e cena di benvenuto al Monte Verità il giovedì, 6 coffee break da giovedì a domenica, 2 pranzi vegetariani e 2 cene al Monte Verità il venerdì e il sabato, 1 pranzo all'Hotel Ascona la domenica e 3 visite guidate la domenica: CHF 550.-

Iscrizione D - Comprende lo streaming in diretta delle conferenze via Zoom (l'iscrizione è individuale): CHF 200.-

- Per l'iscrizione, vi preghiamo di inviare una e-mail a info@eranosfoundation.org. Vi trasmetteremo ulteriori informazioni per il pagamento e saremo lieti di aiutarvi per qualsiasi necessità organizzativa e logistica.

Registration

- Registration A - Includes lectures, local transfers by bus, welcome aperitif and welcome dinner at Monte Verità on Thursday, 5 coffee breaks from Thursday to Saturday, 2 vegetarian lunches at Monte Verità on Friday and Saturday: CHF 350.-

- Registration B - Includes lectures, local transfers by bus, welcome aperitif and welcome dinner at Monte Verità on Thursday, 5 coffee breaks from Thursday to Saturday, 2 vegetarian lunches and 2 dinners at Monte Verità on Friday and Saturday: CHF 450.-

- Registration C - Includes lectures, local transfers by bus, welcome aperitif and welcome dinner at Monte Verità on Thursday, 6 coffee breaks from Thursday to Sunday, 2 vegetarian lunches and 2 dinners at Monte Verità on Friday and Saturday, 1 lunch at Hotel Ascona on Sunday and 3 guided visits on Sunday: CHF 550.-

Registration D &endash; Includes real-time streaming of conferences via Zoom (registration is on an individual basis): CHF 200.-

- For registering, please, send an email to info@eranosfoundation.org. We will send you further information for the payment and we would be delighted to be of any help for any organizational and logistic issues.

Refund policy / modalità di rimborso
In case of cancellation by the attendee, the organization provides a full refund of the participation fee paid if the cancellation request arrives within 180 days before the start of the congress (net of administrative or bank charges provided for the refund); a refund of 50% of the participation fee paid if the cancellation request arrives within 120 days before the start of the congress (net of administrative or bank charges provided for the refund); there is no refund of the participation fee paid if the cancellation request arrives less than 120 days before the start of the congress. In case of cancellation of the symposium by the organization for health or organizational reasons, the fee will be refunded in full, net of administrative or bank charges provided for the refund.

In caso di cancellazione da parte del partecipante, l'organizzazione prevede un rimborso integrale della quota di partecipazione versata nel caso in cui la richiesta di cancellazione arrivi entro 180 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del congresso (al netto delle spese amministrative o bancarie previste per il rimborso); un rimborso del 50% della quota di partecipazione versata nel caso in cui la richiesta di cancellazione arrivi entro 120 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del congresso (al netto delle spese amministrative o bancarie previste per il rimborso); non è previsto alcun rimborso della quota di partecipazione versata nel caso in cui la richiesta di cancellazione arrivi con meno di 120 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del congresso. In caso di annullamento del simposio da parte dell'organizzazione per ragioni sanitarie od organizzative, il rimborso della quota è integrale (al netto delle spese amministrative o bancarie previste per il rimborso)

Health regulations / Normativa sanitaria
Pandemic restrictions: / Misure anti-pandemia
- Participation to the mentioned events will be subjected to any restrictions issued by the governmental authorities
- L'accesso agli eventi menzionati è soggetto alle eventuiali restrizioni emanate dalle autorità.

Alloggio
La sistemazione in hotel non è inclusa nella quota di iscrizione. Vi suggeriamo di pianificare il vostro soggiorno ad Ascona in prossimità del Centro congressuale Monte Verità, dove si svolgerà la maggior parte delle attività (www.monteverita.org). Prima della prenotazione, in ogni caso, vi invitiamo a iscrivervi al congresso contattando la Fondazione Eranos via e-mail all'indirizzo info@eranosfoundation.org: vi confermeremo l'iscrizione (il numero di posti disponibili è limitato), vi forniremo i riferimenti bancari o l'indirizzo PayPal da utilizzare per la registrazione e vi permetteremo di scegliere l'albergo più adatto alle vostre esigenze, attraverso un apposito modulo online messo a disposizione dall'Organizzazione Turistica Lago Maggiore e Valli (www.ascona-locarno.com). Vi preghiamo di non prenotare alcun albergo prima di aver ricevuto la conferma dell'iscrizione al congresso da parte della Fondazione Eranos.

Le organizzazioni proponenti declinano ogni responsabilità per eventuali imprevisti e incidenti che dovessero verificarsi durante il congresso. Ogni partecipante è invitato a stipulare la propria assicurazione sanitaria e di viaggio personale.

Accommodation
Hotel accommodation is not included in the registration fee. We suggest you plan your stay in Ascona near the Monte Verità Congress Centre, where most of the activities will take place (www.monteverita.org). Before booking, in any case, we invite you to confirm your registration to the congress by contacting the Eranos Foundation by email at info@eranosfoundation.org: we will confirm your registration (the number of available places is limited), provide you with bank references or PayPal address to use for registration, and allow you to choose the most suitable hotel for your needs, through a specific online form made available by the Lake Maggiore Tourist Office (www.ascona-locarno.com). Please do not book any hotel before you have received confirmation of your congress registration from the Eranos Foundation.

The proposing organizations decline all responsibility for any unforeseen events and accidents that may occur during the congress. Each participant is invited to take out his/her own personal health and travel insurance.

 

Lingua

Le conferenze sono in lingua inglese, senza traduzione.

Language

The lectures will be in English, without translation.

 

 Programma / Program

Programma / Program

Mercoledì, 27 aprile / Wednesday, April 27

o Arrivals

Giovedì, 28 aprile / Thursday, April 28

o 11:00-12:30: Gathering, Welcome, and Standing Lunch at Eranos (reserved for lecturers and sponsors)

o 12:30-13:00: Walk or Bus Transfer from Hotels to Monte Verità

o 13:00-14:00: Registrations at Monte Verità Congress Center

o 14:00-14:30: Joseph Cambray, Murray Stein, and Riccardo Bernardini: Welcome and Introductory Remarks

o 14:30-15:15: Murray Stein (ISAP, Switzerland): "Acts of Imagination: The Creation of the (Inner) World"

o 15:15-15:30: Discussion

o 15:30-16:15: Thomas Fischer (Foundation of the Works of C. G. Jung, Switzerland): "Jung after the Publication of The Red Book (A View from The Foundation of the Works of C. G. Jung)"

o 16:15-16:30: Discussion

o 16:30-17:00: Coffee Break

o 17:00-17:45: Romano Màdera (University of Milano-Bicocca/AIPA, Italy): "The Future of the Spirit in The Red Book and in our Time"

o 17:45-18:00: Discussion

o 18:00-18:30: Aperitif and Free Time

o 18:30-20:30: Welcome Dinner at Monte Verità Restaurant

o 20:30-21:15: Stephen Aizenstat (Pacifica Graduate Institute/Dream Tending, USA): "My 'Red Book': A Personal Journey in the Emergent Imagination"

o 21:15-21:30: Discussion

o 21:30-22:00: Walk or Bus Transfer to Hotels

 

Venerdì, 29 aprile / Friday, April 29

o 08:00-08:30: Walk or Bus Transfer from Hotels to Monte Verità

o 08:45-09:00: Organizational communications

o 09:00-09:45: Nancy Swift Furlotti (Pacifica Graduate Institute/C. G. Jung Institute of Los Angeles, USA): "Voices of Wisdom in Times of Crisis: Responding to the Cries of Nature"

o 09:45-10:00: Discussion

o 10:00-10:45: Toshio Kawai (Kyoto University/AJAJ/IAAP, Japan): "Jung as Modern and Postmodern in his Red Book"

o 10:45-11:00: Discussion

o 11:00-11:30: Coffee Break

o 11:30-12:15: Al Collins (Pacifica Graduate Institute, USA) and Elaine Molchanov (C. G. Jung Institute of Chicago, USA): "On Seeing, and Not Seeing, the Symbol: Greta Thunberg and The Red Book's Virgin/Sophia Image"

o 12:15-12:30: Discussion

o 12:30-14:00: Lunch at Monte Verità Restaurant

o 14:00-14:30: Free Time

o 14:30-15:15: Riccardo Bernardini (Eranos Foundation, Switzerland/IPAP-ARPA, Italy): "The Red Book and Eranos: From Jung's Legacy to Post-Jungian Psychotherapy"

o 15:15-15:30: Discussion

o 15:30-16:15: Len Cruz (Asheville Jung Center, USA): "Ecstasy and Subjection: Re-membering Dionysus and Addiction Treatment"

o 16:15-16:30: Discussion

o 16:30-17:00: Coffee Break

o 17:00-17:45: Robert Michael Mercurio (ARPA, Italy): "The Red Book and Our Contemporary Crises: Active Imagination, Mass Migration, and Climate Change"

o 17:45-18:00: Discussion

o 18:00-13:00: Free Time

o 18:30-20:30: Dinner at Monte Verità Restaurant

o 20:30-21:15: Leslie Stein (NYAAP/ANZSJA, Australia): "Collective Individuation in The Red Book: The Self in the Troubled World"

o 21:15-21:30: Discussion

o 21:30-22:00: Walk or Bus Transfer to Hotels

 

Sabato, 30 aprile / Saturday, April 30

o 08:00-08:30: Walk or Bus Transfer from Hotels to Monte Verità

o 08:45-09:00: Organizational communications

o 09:00-09:45: Christine Maillard (University of Strasbourg, France): "Death and the Dead: Ideas on a Figure of Thought in Jung's Red Book"

o 09:45-10:00: Discussion

o 10:00-10:45: Heyong Shen (City University of Macau/CFAP, China): "C. G. Jung's Red Book: The Spirit of the Depths and Knowledge of the Heart"

o 10:45-11:00: Discussion

o 11:00-11:30: Coffee Break

o 11:30-12:15: Linda Carter (Pacifica Graduate Institute, USA): "Imitating Jung, Going the Full Circle: Pattern Resonance from Microcosmic Interactions to Macrocosmic Amplifications"

o 12:15-12:30: Discussion

o 12:30-14:00: Lunch at Monte Verità Restaurant

o 14:00-14:30: Free Time

o 14:30-15:15: Paul Bishop (University of Glasgow, United Kingdom): "The Red Book and Other Searchers for Soul: Jung, Klages, and T. W. Adorno"

o 15:15-15:30: Discussion

o 15:30-16:15: Frank N. McMillan III (The Jung Center, Houston/Pacifica Graduate Institute, USA): "Whom Shall I Send?: Postmodern Revelation and the New Reality in Jung's Red Book"

o 16:15-16:30: Discussion

o 16:30-17:00: Coffee Break

o 17:00-17:45: Lance Owens (The Gnosis Archive, USA): "The Alchemists' Apprentice: Vision, Imagination, and Mysterium Coniunctionis"

o 17:45-18:00: Discussion

o 18:00-18:30: Free Time

o 18:30-19:00: Walk or Bus Transfer to Hotels and Free Evening

 

Domenica, 1 maggio / Sunday, May 1st

o 08:00-08:30: Walk or Bus Transfer from Hotels to Monte Verità

o 08:45-09:00: Organizational communications

o 09:00-09:45: Joseph Cambray (Pacifica Graduate Institute, USA): "Trailblazing, a Red Book Pathway: From Synchronicity to the Oracular Field"

o 09:45-10:00: Discussion

o 10:00-10:30: Joseph Cambray, Murray Stein, and Riccardo Bernardini: Closing Remarks and Goodbye

o 10:30-11: Coffee Break

o 11:00-12:30: Guided Visit to Monte Verità, held by Nicoletta Mongini (Monte Verità Foundation) (upon registration)

o 12:30-13:00: Walk or Bus Transfer to Hotel Ascona

o 13:00-14:00: Lunch at Hotel Ascona (upon registration)

o 14:00-15:00: Guided Visit to Luigi Pericle Archive, held by Greta and Andrea Biasca-Caroni (Archivio Luigi Pericle) (upon registration)

o 15:00-15:30: Bus Transfer to Eranos

o 15:30-17:00: Guided Visit to to Eranos, held by Riccardo Bernardini (Eranos Foundation) (upon registration)

o 17:00-17:30: Aperitif at Eranos

o 17:30-18:00: Walk or Bus Transfer to Hotels and Departures

 

 

 

 

 


.page top

PDF program

 

jung.jpg.











.











.











.











.











.











.




Eranos Special event 2022
Titolo

Monte Verità, dd.mm.yy

 



.page Top Program 2021

Coordinate
dd.mm.yyy, Monte Verità ore 1800
click here to visualise the PDF Flyer

Introduzione
xxxtext

RELATORI
- NNN NNN

Costi, Iscrizione:
.
Accesso gratuito, iscrizione obbligatoria:
info@eranosfoundation.org.

AVVISO:
xxx

 

 

 


.page top



PDF Program

 

jung.jpg.



Eranos Special event 2022
Titolo

Monte Verità, dd.mm.yy

 



.page Top Program 2021

Coordinate
dd.mm.yyy, Monte Verità ore 1800
click here to visualise the PDF Flyer

Introduzione
xxxtext

RELATORI
- NNN NNN

Costi, Iscrizione:
.
Accesso gratuito, iscrizione obbligatoria:
info@eranosfoundation.org.

AVVISO:
xxx

 

 

 


.page top



PDF Program

 

jung.jpg.


Eranos Special event 2022
Titolo

Monte Verità, dd.mm.yy

 



.page Top Program 2021

Coordinate
dd.mm.yyy, Monte Verità ore 1800
click here to visualise the PDF Flyer

Introduzione
xxxtext

RELATORI
- NNN NNN

Costi, Iscrizione:
.
Accesso gratuito, iscrizione obbligatoria:
info@eranosfoundation.org.

AVVISO:
xxx

 

 

 


.page top



PDF Program

 

jung.jpg.



Eranos Publications 2021:
Pubblicazioni Eranos 2021©

.page Top Program 2021
.
- Publication 1
- Publication 2
.

.page top


Eranos Yearbook No xx years xxx:
title

.....


.page Top Program 2021
.
Coordinates:

Authors:

ttt

Publisher:

ttt

ISBN:

nnn

Pages:

nnn

Publication Date:

dd mmm yyyyy

Format:

Hardback

Price:

nn.- Sfr (indicative)

ORDER:

Monica@eranosfoundation.org

.
Introduction:
ttt

Contents:
yyy ttt

yyy ttt


. list top.

.

.

..

.

.

.

 


Collana Eranos 2021
.

.....


.page Top Program 2021

Coordinates:

Authors:

nnn

Publisher:

nnn

ISBN:

nnn

Pages:

nnn

Publication Date:

nnn

Format:

nnn

Price:

nnn

ORDER:

nnn

Introduzione:
ttt

Contenuti:
-
ttt

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.


. list top

 

.

.

.